CoWorking space

Tempo Libero Comments (0)

… è stata una gioia e una soddisfazione aver potuto visitare gli spazi di Copernico Milano. Gioia perché finalmente stiamo portando/sviluppando anche in Italia (e ci stiamo battendo per questo…), il concetto di CoWorking che racchiude in se condivisione, collaborazione, contribuzione: ognuno di noi può dare qualcosa all’altro/a e questo avviene solamente al di fuori delle mura dove ci troviamo a passare parte delle nostre giornate; Soddisfazione per il lavoro fatto …e in fase di ultimazione: se devo esser sincero, la visita a Copernico Milano ha stimolato in me la voglia di lavorare non coltivando solamente “il mio orticello” ma seminando e mettendomi continuamente in discussione sulla mia professione, le mie skills e prendendo in considerazione sempre più pareri e consigli di Amici, Colleghi … e #socialfriends 🙂 e mi piace Ringraziare in anticipo il team di Halldis e Blend Tower per la disponibilità e visita guidata (oltre a tutti coloro che stanno lavorando per questo fantastico progetto)

Cercherò di contestualizzare la giornata partendo dal concetto di #CoWorking, radici, sviluppi … e la realtà di Copernico (una delle tante realtà di CoWorking nate e presenti a Milano): condividendo idee, sensazioni, pensieri, emozioni è possibile seminare felicità nella vita degli altri coinvolgendo tutti coloro che ci stanno intorno!

Radici del CoWorking 

E’ il 2005 quando Brad Neuberg crea il “San Francisco CoWorking Space”: un semplice locale arredato con mobili dallo stile minimal per permettere a diversi professionisti di differenti settori, di condividere locali / connessioni / servizi. Una soluzione ideale e ottimale per tutti e nello specifico per freelancers professionisti che non avevano l’opportunità di permettersi un proprio posto di lavoro. Nato e sviluppato successivamente come luogo di incontro, un posto per creare sinergie e fare networking. Dal 2005 il boom è partito dagli USA fino all’Italia dove il CoWorking ha cominciato a svilupparsi: attualmente, sono c.a. 50 le realtà di CoWorking presenti solo a Milano

Il CoWorking: cos’è?

Il CoWorking è un nuovo stile di vita lavorativo; engagement e sharing di ambienti, servizi e risorse tra professionisti che svolgono mansioni differenti orientati ad un approccio lavorativo e collaborativo. CoWorking: lavoro condiviso. Questo nuovo stile lavorativo, sta portando a un cambiamento culturale, economico e sociale. La crisi lavorativa, ci ha visti protagonisti di grandi cambiamenti e uno di questi è stato concepire il lavoro in modalità flessibile. Il lavoro cambia, le aziende prendono nuove decisioni, cresce la richiesta di mercato per la “categoria” dei freelancers: startup e professionisti sono in grado di svolgere la propria attività e professione ovunque e in autonomia grazie ai nuovi media, alle nuove tecnologie, al mobile … fino all’Internet of Things. Il CoWorking, cambia il lavoro grazie – ad esempio – all’abbattimento dei costi fissi di gestione di un ufficio standard, la flessibilità di impiego di spazi e strumenti di lavoro, l’opportunità di creare community all’interno della quale potersi conoscere / riconoscere avendo sempre come obiettivo principale la convivenza social e professionale.

Copernico_Reception

La Reception di Copernico Milano

… e dopo il tour di oggi, mi sento di dire che Copernico Milano, è questo (e altro!):

  • CONDIVISIONE
    … e scambio di conoscenze: la Condivisione, con l’avvento dei Social, avviene sempre di più OnLine / attraverso Internet e i Social; rimane comunque il bisogno e la necessità di consolidare e condividere in spazi fisici prendendo come riferimento strumenti di lavoro, contatti, professionalità, progetti. Siamo fatti per comunicare … siamo fatti per condividere con gli altri le pillole quotidiane di cui viviamo

  • COLLABORAZIONE
    Far nascere Sinergie grazie alle collaborazioni tra freelancers, professionisti, startup e aziende che svolgono attività simili e diverse: la diversità aiuta a crescere e ad arricchire / arricchirci

  • CONNETTERE
    Networking: uscire dal concetto di “io” che molte volte è il cardine di un professionista che si trova a lavorare da solo per altri svolgendo la propria attività da casa. Fare Rete significa creare una community di tante persone capaci di condividere valori, creare collaborazioni, aumentare il proprio know-how e quello degli altri…

business man

Al centro del CoWorking, è sempre lui: l’Uomo con le sue relazioni!

Il modello del CoWorking è vincente e capace in poco tempo, di contagiare tutti gli ambiti lavorativi …

… il centro delle
Relazioni Digitali:
UOMO

… usciamo dal nostro “IO” e impariamo a condividere, collaborazione, coinvolgere, connettere.

Il lavoro, nobilita l’Uomo … ancor di più se si lavora arricchendo se stessi e gli altri 🙂

Buon lavoro, Fabio

Pin It

» Tempo Libero » CoWorking space
On 16 Febbraio 2015
By
, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.

« »