TONKI
Il modo più originale
per mostrare il proprio entusiasmo.

Lavoro, Tempo Libero Comments (0)

«Mi piace spiegarla così “nata per caso”» dice Ruggero Frigoli, Co-Founder & CEO di Tonki.
La mia passione per il prodotto Tonki nasce da un post su Facebook. Una foto di una parete piena, ricca di colore, di stile, di creatività e di personalità. Due click, l’ordine e in 24h quei quadretti erano montati e appesi a ricoprire una parete del mio soggiorno. Cartone riciclato – il migliore – e foto stampate per durare nel tempo. Alla base di tutto, un’idea: poter connettere i profili social e stampare i ricordi della mia famiglia e dei momenti a me più importanti.

Idea “nata per caso” da un viaggio che Ruggero fa a Londra per raggiungere la sua compagna, Alessandra. Si dimentica di una cosa importantissima, portarle un regalo. Per non presentarsi a mani vuote, le regala un pezzo di cartone su cui aveva scritto l’indirizzo di casa e un messaggio. Lo stesso pezzo di cartone farà poi da sfondo di una loro foto, appesa sul muro dell’appartamento a Londra. Ecco il “caso”. Ecco l’idea.

Un’idea originale che diventa il modo di esprimere il proprio entusiasmo. Un’idea.

Tonki nasce, quindi, a seguito di un viaggio.
Quante esperienze facciamo? Quanti momenti belli viviamo e immortaliamo? Quanto popoliamo i nostri profili social? Spesso li lasciamo lì i ricordi, sui nostri profili Social, senza dare loro l’opportunità di esser presenti all’interno del nostro quotidiano. Tonki li trasforma in oggetti fisici, idee di arredo per la casa, per l’ufficio e per qualsiasi ambiente. Questo significa dare loro vita, sentirli parte di noi, della nostra vita.

Tonki nasce agli inizi del 2013.

Instagram, lanciata il 6 ottobre 2010, diventa sempre più popolare. Attira un pubblico nuovo, un target diverso che prima non esisteva. Le persone pubblicano foto in formato 1:1, innamorandosene sempre più. La sfida è inserire in un quadrato un momento da ricordare, uno sguardo personale, uno scorcio unico. Un formato tutto digitale cui manca una cosa: la sua controparte fisica. Un prodotto stampato, sviluppato, analogico, che torna ad essere digitale nel momento in cui viene venduto online. Un formato che piace, un processo unico che dà vita a una stampa personalizzata. Un’idea fresca che è la risposta semplice, veloce, unica alle stampe decorative dei grossi player nei loro super magazzini. Foto e cornice che, insieme, rappresentano un’emozione.

Come fare? Come differenziarsi rispetto ai prodotti esistenti?
La stampa su tela era ormai superata a seguito dei problemi di costi relativi alle spedizioni.
Questo problema era il grosso scoglio che ha permesso a Ruggero e Alessandra di motivarsi, lanciarsi e studiare l’atteggiamento e il comportamento degli utenti. Una risposta, che ora può sembrare scontata, semplice, come solo le buone idee sanno essere, ma che ha permesso loro di costruire una società composta – oggi – da 12 persone.

Semplicità. Design. Studio. …e in più mobile: un’App semplice, intuitiva e a porta di “click”.
Viene scelto così il materiale su cui stampare le foto: il cartone, che per scelta è resistente e di qualità. Un materiale che piace per il colore, per la sensazione al tatto e per la sua capacità di essere modellato, ‘piegato’ alle necessità di Tonki. E dopo il materiale, il formato: il quadrato di Tonki resiste anche all’aggiornamento apportato da Instagram – poter caricare foto “non-quadrate”. In quel 1:1 è racchiuso il nocciolo, l’importanza di ogni foto. La differenza data dal momento dello scatto e dalla resa finale. Focalizzare l’obiettivo, concentrarsi e [ri]costruirlo. Un’esperienza che rende il prodotto ancora tuo, personalizzato in grado di farti [ri]scoprire la manualità, è il montaggio: semplice, intuitivo, veloce.

How to Tonki from tonki on Vimeo.

Come in tutte le società, però, non è mancato il momento di ‘crisi’. Mesi di prove e di sviluppo. Messe a punto della stampa. La difficoltà del lancio sul mercato con un primo prodotto con un supporto tecnologico troppo debole. Attività di comunicazione inefficaci. Casalinghe. Una prima Social Page da cui ricevere ordini. Un’attività da inventare day-by-day. Ma quando credi in qualcosa queste difficoltà sono la spinta verso il successo. Soprattutto quando il pubblico riesce a sorprenderti con il suo interesse: persone a volte irraggiungibili e altre inimmaginabili.

La forza ha permesso di trasformare una scrivania e una stampante in un ufficio e un’unità produttiva a Brescia. Oggi Tonki abita case, appartamenti, palazzi, uffici.

“Cresciamo sempre più” spiega Ruggero Frigoli, che continua “ad oggi abbiamo venduto più di 200.000 Tonki in tutto il mondo. Un risultato inaspettato che ci da la carica di continuare a testa bassa. Abbiamo la fortuna di avere un target fresco e creativo. Persone che ogni giorno riescono a sorprenderci con la propria fantasia, mostrandoci momenti di vita entusiasmanti. Vedere che abbiamo inventato un prodotto che fa appassionare cosi tante persone è fantastico. Siamo felici di essere arrivati fin qui senza aiuti. Un’azienda nata e cresciuta da sola, con una produzione e una struttura sane.”.

Il modo più originale per mostrare il proprio entusiasmo.

Fabio Parolini

Pin It

» Lavoro, Tempo Libero » TONKI
Il modo più originale On 24 luglio 2017
By
, , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.

«

Esplodi per Condividere!
Fastidio: nascondi...